Francesca Guffanti / Unpainted

Unpainted

Francesca Guffanti

16 aprile – 22 maggio 2011

UNPAINTED è il titolo della seconda mostra personale che Francesca Guffanti (1962) inaugura sabato 16 aprile presso il CACT Centro d’Arte Contemporanea Ticino.

In un’epoca storica, in cui le certezze ideologiche e le avanguardie si sono fortemente assopite per lasciare posto alle mode, alla televisione, alle tecnologie, ai modelli estetici recenti e alle strategie di mercato, il ritorno all’iconologia grazie alla realizzazione materiale e corporale del concetto è uno dei tanti aspetti dell’arte post-contemporanea. Se di buoni artisti concettuali e installativi ve ne sarebbero tanti, di bravi pittori, nonostante la riapparizione non tanto recente di questo linguaggio, ce ne sono fortunatamente ancora pochi. L’esigenza da parte di autori e pubblico di riappropriarsi di un mezzo tanto antico, quanto universale, risiede nell’esigenza di molti di tornare a misurare il tempo al di fuori della mistificazione tecnologica e virtuale, a ripensare in tempo reale l’immagine e i suoi significati. Così come la pittura e la sua storia.

Francesca Guffanti è pittrice.

UNPAINTED è un corpus di lavoro, che si suddivide in tre momenti distinti, dove l’artista italiana dichiara apertamente la sua appartenenza linguistica: la pittura, appunto. Lo fa attraverso il pensiero delle campiture di colore e dell’arte, la sua storia, e lo studio del mezzo pittorico. I temi continuano ad essere quelli attorno all’universo femminile, che intride in gran parte il lavoro recente di Guffanti. Il suo studio in questi ultimi mesi implica il guardare la storia e il citazionismo come elemento di confronto con essa, nonché di recupero della coscienza storica in bilico tra dinamismo e tradizione: Michelangelo Caravaggio, Il Pontormo e David Hockney.

Rimettere in seria discussione le avanguardie astratte, futuriste e concettuali che hanno permeato e dominato tutto il Novecento, scardinando l’arte pura e dura dal suo contesto di nicchia, è uno degli elementi di ricerca fondamentali della pittrice di Monza.

Deposizione (2010), Annunciazione (2010) e Visitazione (2011), olio su tela il primo e su carta gli altri due, tutti di grande formato, riconducono immediatamente al concetto di incontro, che Francesca Guffanti trasla al mondo femminile, ricollocandolo entro l’universalità e la centralità dell’arte e dell’essere umano nell’epoca post-contemporanea in cui viviamo.
 La mise en abîme, cui si sottopone l’autrice, immortalandosi in autoritratti, rappresenta lo sviluppo tematico dell’‘incontro’ come condivisione e definizione di identità. La nudità è la simbolica sublimazione e spogliazione dell’io per la ricerca del sé, cui Guffanti dà corpo e significato anche attraverso un intervento video in grado di riprodurre la liturgia dell’atto dell’incontrarsi e della compartecipazione.

Il terzo corpo della mostra, anch’esso di recente produzione, è rappresentato dalla favola e in particolare dai personaggi di Cappuccetto Rosso, la nonna, il Lupo e il Cacciatore. Piccole e sensuali icone che si alternano tecnicamente tra olio su tela e acquerello su carta, le opere rappresentano tasselli della famosa favola, laddove l’artista riflette sull’attribuzione di ruoli morali ai diversi personaggi. Come sempre, nel caso di Guffanti, l’aspetto analitico, a tratti gentilmente ossessivo, è una costante del suo lavoro e della sua ricerca, partendo – nello specifico di questo nuovissimo lavoro – dagli scritti e dalle versioni letterarie o iconologiche dei Fratelli Grimm e di Charles Perrault.

A compendio della mostra sarà proiettata nel lounge Il sangue segreto delle cose, intervista video (2011) di Mario Casanova, in cui Francesca Guffanti parlerà senza veli di se stessa e dell’arte (a cura e per la regia di Pier Giorgio De Pinto).

Mario Casanova, 2011

Ph Pier Giorgio De Pinto © ProLitteris Zürich.

Dove

MACT/CACT

Arte Contemporanea Ticino

Via Tamaro 3, Bellinzona.

Orari

Venerdì, sabato, domenica

14:00 – 18:00

Ingresso

CHF 5.00

Utilizziamo i cookie per offrirvi una migliore esperienza online, analizzare il traffico del sito e personalizzare i contenuti. Dando il vostro consenso, ne accettate l'uso in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

When you visit any web site, it may store or retrieve information on your browser, mostly in the form of cookies. Control your personal Cookie Services here.

These cookies are necessary for the website to function and cannot be switched off in our systems.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi